Rinosinusite, sinusite cronica

Sinusite cronica: una indagine sulle terapie mediche

Una revisione sistematica delle terapie per la sinusite cronica negli adulti

La sinusite cronica è una malattia infiammatoria comune caratterizzata da infiammazioni sintomatiche persistenti delle cavità nasali con una durata superiore a 3 mesi. È stato rilevato che tra l’1% e il 2% di tutte le visite mediche coinvolgono la sinusite cronica, accompagnate dal conseguente carico economico per il sistema sanitario. L’uso appropriato delle terapie mediche per la sinusite cronica è indispensabile per migliorare la qualità di vita del paziente e della sua quotidianità, oltre a ridurre i rischi di esacerbazioni da infiammazioni acute.

I ricercatori Luke Rudmik e Zachary M. Soler hanno condotto un’indagine limitata agli studi clinici randomizzati, alle revisioni sistematiche e alle meta-analisi dei database Ovid MEDLINE (1947 – 30 Gennaio, 2015), EMBASE e Cochrane. I dati raccolti sono stati suddivisi tra terapie di mantenimento, a intermittenza o di salvataggio e riportate in base alla presenza o all’assenza di poliposi nasale. L’obiettivo era di riassumere prove qualitativamente valide sulle terapie mediche per la sinusite cronica negli adulti e creare un approccio basato sui dati, al fine di ottimizzare la cura del paziente.

I RISULTATI

29 studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione: 12 meta-analisi (>60 RCT), 13 revisioni sistematiche, e 4 RCT che non sono stati inclusi in alcuna meta-analisi.

  • L’irrigazione con soluzione salina ha migliorati i punteggi dei sintomi rispetto a nessun trattamento.
  • Le terapie corticosteroidee topiche hanno migliorato i punteggi complessivi del sintomo nella poliposi e ridotto le recidive post-chirurgiche.
  • I corticosteroidi sistemici e la doxiciclina per via orale (entrambi per 3 settimane) hanno ridotto la dimensione dei polipi nasali rispetto al placebo nei tre mesi dopo il trattamento (P < .001).
  • Gli antagonisti dei leucotrieni hanno migliorato i sintomi nasali rispetto al placebo nei pazienti con poliposi nasale (P < .01).
  • L’antibiotico macrolide per 3 mesi è stato associato al miglioramento della qualità della vita in un solo punto temporale (24 settimane dopo la terapia) rispetto al placebo per i pazienti senza polipi.

CONCLUSIONI

I dati ci indicano che l’irrigazione quotidiana ad alti volumi, insieme alla terapia corticosteroidea, deve essere considerata la terapia di prima linea nella sinusite cronica. Nei pazienti con poliposi nasali, si possono considerare una terapia corticosteroidea sistemica breve (1-3 settimane), una terapia breve di doxiciclina (3 settimane) o un antagonista dei leucotrieni. Per i pazienti senza poliposi, si può considerare una terapia prolungata (3 mesi) di antibiotici macrolidi.

 

Trad. it a cura dell’autore

Fonte: Luke Rudmik, MD, MSc; ZacharyM. Soler,MD, MSc, JAMA. 2015;314(9):926-939. doi:10.1001/jama.2015.7544

 

Leggi anche: